feed
blog
facebook
caserta.nu
| Home |
| Contatti | 
Utenti on line:
Il Preside Mesolella responsabile del movimento referendario “No194”
CALVI RISORTA





(Di Salvatore Candalino) Un movimento nato per difendere la vita e promuovere il referendum abrogativo della legge 194

E’ nato anche in provincia di Caserta il Movimento referendario “No 194”, il cui unico scopo è quello di difendere la vita umana dal suo concepimento contro l’aborto, promuovendo e sostenendo il referendum abrogativo della Legge 194. L’avvocato Pietro Guerrini, portavoce nazionale, ha nominato referente per Caserta e provincia il preside Paolo Mesolella, che ha già avviato i contatti con gli iscritti provinciali per iniziare la raccolta di firme che entro Natale dovranno essere  500 mila. Il Movimento ormai supera i 4000 iscritti, con referenti in tutte le province d’Italia ed un proprio portale on line all’indirizzo www.no194.org. “L’ iniziativa – spiega il preside Mesolella, non è finalizzata alla sola denuncia del fenomeno dell’aborto o della legge 194/1978 che lo disciplina nel nostro ordinamento, ma è diretta all’abrogazione della stessa legge per via referendaria, con la piena consapevolezza che la vita di ciascuno di noi è già possibile in assenza di eventi letali durante la gravidanza. La via referendaria, ormai diventata necessaria, riguarda quesiti che avranno come oggetto le norme più significative della legge. Tra le disposizioni più controverse ed impopolari della 194 in particolare debbono annoverarsi l’art. 4 (che riconosce il diritto di interruzione volontaria della gravidanza anche per mere ragioni economiche, morali e sociali nei primi 90 giorni ) e l’art. 5 ( che attribuisce alla donna, anche se coniugata, il diritto di assumere la decisione abortiva senza coinvolgere il potenziale padre , che può così legalmente rimanere del tutto ignaro dell’evento). L’iniziativa, quindi, non è politica, ma è solo finalizzata all’abrogazione della legge (dall’entrata in vigore della quale si sono registrati oltre 5 milioni di aborti , secondo i dati ufficiali del Ministero della Salute ) e rigetta ogni ipotesi di trattativa che sarebbe inconcepibilmente effettuata sulla pelle dei nostri figli. Nei prossimi giorni inizierà la raccolta di firme, chi fosse interessato a collaborare con il comitato referendario, per difendere la vita sin dal suo nascere, può inviare la sua disponibilità all’indirizzo paolo.mesolella@alice.it


 

2011-11-01
Fonte: COMUNICATO STAMPA

 
COPYRIGHT© 1998 - 2021 CASERTA.NU