feed
blog
facebook
caserta.nu
| Home |
| Contatti | 
Utenti on line: 13
A CASERTA PER AMARE I BAMBINI POVERI
I volontari di Italia Solidale ospiti di don Antonello al Buon Pastore
Domenica 27 novembre 2011





Ancora una possibilità casertana per conoscere meglio Italia Solidale. Ormai 400 i volontari donatori della provincia e 2000 in Campania. Persone meravigliose che scelgono di dare valore alla propria vita, di amare oltre la propria famiglia. Persone semplici, talvolta con difficoltà economiche, ma che con l’adozione a distanza manifestano la loro grande ricchezza d’animo. Fare un’adozione a distanza con Italia Solidale, significa non solo salvare un bambino da morte certa, ma aiutare un’intera comunità a svilupparsi e ad uscire da situazioni di assurda povertà. Quest’anno sono stato due mesi in Karamoja, uno dei posti più inospitali e incontaminati dell’Uganda. Ho visto con i miei occhi quanto la gente soffre per mancanza dell’indispensabile, quanto la povertà logora queste persone che per sopravvivere fanno di tutto. Ho visto quanto forme di assistenzialismo sfrenato, riducono la dignità di uomini che nel profondo sono i più fieri del mondo e quanto un aiuto portato con troppa superficialità è talvolta causa di ulteriori mali. Ho incontrato 2.500 famiglie e migliaia di bambini. Ho lottato ogni giorno per poter fare di più, riflettendo su quanto il così detto mondo civilizzato, fosse lontano dalla civiltà. La vera civiltà l’ho trovata nelle loro terribili storie e nelle commuoventi testimonianze di rinascita, grazie alla presenza di Italia Solidale. Con il contributo che arriva dall’adozione, le famiglie avviano attività di sussistenza, recuperando la propria dignità e l’amore nella famiglia. Ma l’aiuto materiale da solo non basta, cerchiamo di portare una testimonianza di vita, di amore, di gioia, di pace, di libertà. Un modo totalmente nuovo di aiutare, rispettando la loro unicità e sostenendo le loro energie personali. E’ un’esperienza che nasce dal fondatore, Padre Angelo Benolli, che nei suoi 80 anni di vita e 52 di sacerdozio è sempre stato al servizio dei sofferenti. Ha scritto 6 libri, fondato la scuola di “Promotori di Sviluppo di Vita e Missione” e sostiene un movimento che arriva a più di 2.000.000 di persone in tutto il mondo (www.italiasolidale.org). Ma quanto bisogno c’è anche in Italia? Il messaggio che stiamo portando in tutte le regioni, vuole testimoniare che anche qui tra noi è possibile una rivoluzione d’amore, per contrastare le nostre sofferenze del corpo e dello spirito. Continuiamo a parlarne domenica presso la parrocchia del Buon Pastore a Caserta, ma non esitate a chiamarmi 339.3752882 o chiamare Italia Solidale 06.6877999 per partecipare anche voi, con soli 25 euro al mese, a salvare una vita dalla fame e la vostra dalla superficialità. 

Stefano Bovenzi 


 

2011-11-26
Fonte: COMUNICATO STAMPA

 
COPYRIGHT© 1998 - 2018 CASERTA.NU