feed
blog
facebook
caserta.nu
| Home |
| Contatti | 
Utenti on line:
IL BARONE CHE VISSE DUE VOLTE
A TEATRO CON MAMMA E PAPA’
Domenica 19 gennaio 2014





LA MANSARDA TEATRO DELL’ ORCO
presenta
UNDICESIMA EDIZIONE RASSEGNA “
A TEATRO CON MAMMA E PAPA’ ”
Spettacoli Domenicali per le Famiglie con
Compagnia Della Margherita –Educational Theatherin
“IL BARONE CHE VISSE DUE VOLTE" da Gianni Rodari
Domenica 19 gennaio 2014, ore 11.0,
Teatro Comunale di Caserta
regia di Nicola Alessandro Tebano

Siamo giunti alla Stagione teatrale Numero Undici della Rassegna di Spettacoli per le Famiglie “A Teatro con Mamma e Papà ”, e nel contempo si festeggiano i Ventun anni di lavoro della Compagnia La Mansarda Teatro dell’Orco, direzione artistica di Roberta Sandias . Ventun anni di lavoro teso alla promozione ed alla diffusione del Teatro nella Città di Caserta, un progetto culturale ambizioso, che coinvolge soprattutto l’infanzia, interlocutore privilegiato da sempre , perché l’infanzia è nello stesso tempo punto di partenza e compimento del Teatro. Proprio per questo, il prossimo appuntamento previsto Domenica 19 gennaio , con inizio alle ore 11.00, al Teatro Comunale di Caserta vede in scena una nuova Compagnia teatrale, tutta casertana, la “Compagnia della Margherita – Educational Teather” , con lo spettacolo “Il Barone che visse due volte”, ispirato al racconto di Gianni Rodari “C’era due volte il barone Lamberto”.Nel riadattamento teatrale, l’opera diviene una vera e propria improvvisazione, una sorta di “laboratorio interattivo" che si sviluppa su più piani espressivi, tentando un approccio puramente cinestetico. Durante la presentazione dello spettacolo, due attori della Compagnia sceglieranno dei volontari tra gli spettatori, che verranno guidati con frizzante ilarità alla messa in scena e diventeranno “attori per un giorno". Questa giocosa occasione potrà rivelarsi uno stimolo per la fantasia del bambino, dell’adulto e per quella degli attori stessi, che adatteranno ogni volta lo spettacolo alle nuove soluzioni proposte dai volontari, attenendosi al “canovaccio” del racconto rodariano, in uno stile che si rifà alla Commedia dell’Arte italiana.Ad animare il palco saranno l’attore, nonché regista dello spettacolo, Nicola Alessandro Tebano e l’attrice Teresa Perretta, che catapulteranno gli spettatori nella storia del vecchio e ricchissimo barone Lamberto.Giunge a portar scompiglio nella vita dell’anziano signore il nipote Ottavio, avaro ragazzo che attende la dipartita del barone per ereditarne le ricchezze . Riuscirà l’opportunista Ottavio a raggiungere il suo scopo ?Uno spettacolo interattivo che vedrà la partecipazione di grandi e piccini… protagonisti assoluti del palcoscenico. In scena: Nicola Alessandro Tebano e Teresa Peretta.Scenografia e costumi: Anna Roviello. Per informazioni Compagnia La Mansarda tel.0823.343634 o cell. 339.8085602.Per i biglietti Botteghino Nuovo Teatro Comunale di Caserta: tel. 0823.444051 (dal martedì al sabato , ore 10.00-13.00 e 17.00-19.30). La Compagnia della Margherita è un progetto educativo di carattere poliedrico che contiene in sé più anime e ha la mission di conferire una consistenza olistica a quelli che sono i suoi eventi, le sue performances e le sue attività culturali.L’idea della Compagnia è nata con l’obiettivo di dare alla luce un progetto olistico, cioè di "totalità", che attinga a più discipline, dal teatro al canto, dalla danza alla musica, dalla psicoterapia alla meditazione, dal coaching al gioco ludo-educativo, dal reiki allo yoga, per guidare i nostri “compagni di viaggio” alla scoperta del Genio insito in ciascuno, che si manifesta nell’espressione artistica.Collaborare con persone che credono in un percorso evolutivo rende il “fare” Teatro un mezzo per scoprire, osservare, ascoltare, sviluppare senza forzature la conoscenza di se stessi, le potenzialità comunicative che ognuno possiede, per poi riutilizzarle in scena, nel lavoro, nel tempo libero, nelle relazioni umane. Per questo i membri della Compagnia della Margherita scelgono di abbracciare questo concetto come una realtà, fondendo le loro competenze, per chi sente il teatro uno stile di vita.

SALVATORE CANDALINO


 

2014-01-17
Fonte: COMUNICATO STAMPA

 
COPYRIGHT© 1998 - 2022 CASERTA.NU