feed
blog
facebook
caserta.nu
| Home |
| Contatti | 
Utenti on line: 18
VINESTATE 2014
Torrecuso (Benevento)
5 - 7 settembre 2014





Protagonista sarà l'Aglianico del Taburno Docg, di cui si discuterà anche in un convegno a cui è prevista la partecipazione del ministro dell'agricoltura Martina.

Dal 5 al 7 settembre la cittadina di Torrecuso (Benevento) ospiterà la quarantesima edizione di 'VinEstate', rassegna enologica che promuove la produzione enologica dell'areale del Taburno. La manifestazione è organizzata dal Comitato Vinestate, in collaborazione con il Comune di Torrecuso e dell'Associazione Aglianico del Taburno e il patrocinio della Regione Campania, della Provincia di Benevento, dell'Ept di Benevento, della Camera di Commercio e del Gal Taburno. L'edizione del quarantennale si preannuncia con tante novità in agenda. Tra queste spicca il premio intitolato a Libero Iannella, ideatore della manifestazione. Il premio, organizzato in collaborazione con l'Assoenologi – Campania, vedrà salire in passerella i migliori vini del territorio eletto del Taburno. “La volontà di ricordare nella manifestazione l'ideatore di questa rassegna – dichiara il sindaco di Torrecuso Erasmo Cutillo – rappresenta il giusto tributo a chi quaranta anni fa ha avuto l'idea di organizzare una vetrina dedicata essenzialmente ai vini aglianico, la vera ricchezza del territorio e dell'economia torrecusana”. Proprio come le prime edizioni anche il quarantennale della manifestazione avrà come momento importante quello della promozione e della valorizzazione dell'Aglianico del Taburno, punta di diamante della produzione sannita, coronata dalla Denominazione di Origine Controllata e garantita. Focus, incontri e degustazioni avranno l'obiettivo di risaltare le qualità eccelsa dei vini prodotti da un vitigno storico, nelle sue declinazioni Rosato, Rosso e Riserva. E la Docg Aglianico del Taburno sarà anche il tema caratterizzante il convegno in programma nella giornata conclusiva a cui è prevista la partecipazione del ministro delle politiche agricole e forestali, Maurizio Martina. “Quello che intendiamo mettere in campo – aggiunge il sindaco Cutillo, che riveste anche la carica di presidente del Comitato Vinestate – è uno sforzo comunicativo, attento e continuativo, che sia capace di esaltare le nostre ricchezze enologiche: aglianico e falanghina in primis, ma anche gli altri vini prodotti con vitigni diversi, come il piedirosso e il coda di volpe. Questo lo sforzo che metteremo in campo, a partire dall'imminente rassegna di 'VinEstate', con l'obiettivo di richiamare sempre più l'attenzione degli addetti ai lavori e dei consumatori sul nostro territorio di qualità e sulle sue produzioni tipiche”.


 

2014-08-25
Fonte: COMUNICATO STAMPA

 
COPYRIGHT© 1998 - 2020 CASERTA.NU